Riduzione TARI per chi dona cibo

Oggi, nel mondo, vengono gettate circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti che potrebbero dare da mangiare a circa 2 miliardi di persone. Non si tratta di una questione etica, ma anche ambientale. Si può conciliare la donazione di prodotti alimentari in eccesso con con la riduzione di un tributo? Si, si può ed è stato fatto, con una mozione. Votata all’unanimità. Segue:

 

 

Al sig. Sindaco 

Al Presidente del Consiglio Comunale

A tutti i Consiglieri Comunali

del Comune di Rovigo

MOZIONE:

RIDUZIONE TARI PER CHI DONA CIBO

 

Premesso che

in data 14 agosto 2016 è entrata in vigore la legge contenente «disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi» (16G00179) (GU Serie Generale n.202 del 30-8-2016).

Il provvedimento non soltanto mira a favorire il recupero e donazione di eccedenze alimentari e di prodotti farmaceutici per fini di solidarietà sociale, ma anche per ridurre le produzione di rifiuti che incidono negativamente sull’impatto ambientale.

 

Verificato che

la legge «antisprechi» introduce una modifica ad hoc alle norme della legge di stabilità 2014 in materia di Tari (art. 1, comma 652 della legge 147/2013), in quanto lo stesso tributo può essere ridotto per tutti gli esercizi commerciali ed industrie del settore alimentare che destinino cibo agli indigenti, alle persone in condizione di bisogno o all’alimentazione animale.

 

Preso atto che

Il comune può applicare una riduzione della tassa sui rifiuti (Tari) alle utenze non domestiche (commerciali, produttive, di distribuzione) che a titolo gratuito cedono, direttamente o indirettamente, i beni alimentari in eccedenza alle persone bisognose. La riduzione della tassa sarà proporzionale alla quantità, debitamente certificata, dei beni e dei prodotti oggetto di donazione.

 

Tutto ciò premesso, il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta a:

dare piena attuazione alla legge «antisprechi» in materia di Tari (art. 1, comma 652 della legge 147/2013) individuando i criteri e i coefficienti di riduzione del tributo sui rifiuti (Tari) al fine di poter promuovere sgravi fiscali alle attività che intendano perseguire gli scopi citati in premessa, dando supporto e sostegno ai bisognosi.

I Consiglieri Comunali Lista Civica Silvia Menon Sindaco

Milan Mattia

Silvia Menon

Marco Bonvento